Comunicati CNR News Ultime notizie 

Comunicato 5 febbraio 2021. Concorsi ex art. 15: Stato dell’arte e utilizzo budget non speso

 

Procede, seppur più lentamente di quanto avremmo voluto, l’iter di svolgimento delle selezioni interne ex art. 15 per la carriera dei Ricercatori e Tecnologi.

Ad oggi, dopo quasi 5 mesi dalla scadenza dei bandi, sono state pubblicate le graduatorie di soli 18 dei complessivi 57 bandi, in particolare 13 graduatorie da Dirigente di Ricerca e 5 da Primo Ricercatore, queste ultime oggettivamente penalizzate dal maggior numero medio di candidati e dalla necessità di espletare il colloquio. Nessuna traccia, invece, delle graduatorie per il profilo di Tecnologo, fortemente penalizzate dal ritardo col quale sono state nominate le relative commissioni.

I ritardi nello svolgimento di queste selezioni, dovuti (oltre che al ritardo nella nomina di tante commissioni) anche alle dimissioni di tanti commissari (ben 25, tra esterni ed interni) e di numerosi segretari di commissione (9 in totale), hanno fatto sì che l’obiettivo di chiudere questi concorsi entro il 31 dicembre 2020 è stato in larghissima parte mancato.

Infatti, solo le graduatorie di 12 bandi (10 da Dirigente di Ricerca e 2 da Primo Ricercatore) sono state pubblicate entro il 31 dicembre 2020, cosicché solo per i 66 vincitori di detti bandi la decorrenza economica e giuridica del passaggio di livello è fissata al 1° gennaio 2020, mentre per gli altri vincitori la decorrenza slitta, nel migliore dei casi, al 1° gennaio 2021.

In soldoni ciò significa che l’Ente ha speso, nel 2020, solo il 15% circa del budget annuo assegnato a questi concorsi, con un risparmio nel 2020 che si aggira sui 5-6 milioni di euro.

Soldi che, ovviamente, possono/devono essere utilizzati per scorrere, per quanto sarà possibile, le 57 graduatorie di idonei, così come l’Ente già fece nel 2013 quando utilizzò il budget 2009 della seconda tornata dei concorsi ex art. 15 (budget non speso dato lo slittamento al 1° gennaio 2010 della decorrenza di detta tornata) per scorrere 57 idonei della precedente tornata ex art. 15.

D’altronde, l’elevato numero di idonei presenti nelle graduatorie già pubblicate, più di 270 a fronte di soli 107 posti, è chiara dimostrazione del persistente sotto-inquadramento di tantissimi Ricercatori e Tecnologi dell’Ente che né lo scorrimento di tutte le graduatorie dei 50 concorsi pubblici 367.xx per Dirigente di Ricerca e Primo Ricercatore effettuato nel 2020, né i 520 posti messi a concorso in questa tornata ex art. 15 sono in grado di risolvere adeguatamente.

Gianpaolo Pulcini

Responsabile Nazionale FGU-Ricerca-ANPRI CNR

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti