Comunicati SZN 

Comunicato del 25 novembre 2019 Contratto Collettivo Integrativo 2018 e progressioni di carriera

Il 21 novembre scorso la delegazione della FGU-Dipartimento Ricerca si è incontrata con il Direttore Generale della SZN, dott. Fabrizio Vecchi, alla presenza della RSU.
L’ordine del giorno prevedeva: Contratto Collettivo Integrativo (CCI) 2018 e Varie ed eventuali

CCI 2018. Il DG ha chiesto riscontri sulla bozza modificata inviata per email il 18/11 (già inviate anche al personale dalle RSU).
La FGU-DR ha ribadito la necessità di tener presente che l’attività a mare può essere svolta su imbarcazioni non di proprietà della SZN e che escludere tali attività risulta discriminante per i lavoratori che, per esigenze contingenti (indisponibilità delle imbarcazioni SZN) o strutturali (esigenza di campionamenti in aree non raggiunte dalle imbarcazioni SZN), devono svolgere attività istituzionali (non incluse in conto terzi) su imbarcazioni non di proprietà della SZN. Ciò è tanto più vero per quanto riguarda le attività a mare già svolte negli anni passati.
Per quanto riguarda il Personale tecnico ed amministrativo, la FGU-DR ha ribadito l’esigenza di elaborare un Regolamento per definire i criteri con cui vengono valutate le attività ai fini dell’erogazione della Produttività. In mancanza di tale regolamento e di obbiettivi chiari e condivisi, la FGU-DR propone che, per il 2018, siano ridotte le differenze della percentuale di fondo disponibile per le tre fasce, in misura del 37, 33 e 30%, rispettivamente. La FGU-DR si è inoltre dichiarata favorevole alla proposta del DG di modificare, sin dal CCI 2018, i percentili assegnati alle diverse fasce, portandoli al 40, 40 e 20%, così da accrescere il numero di dipendenti da posizionare nelle due fasce superiori. In tal caso, andranno ricalcolate le percentuali di fondo da assegnare alle tre fasce, che risulterebbero pari al 44.4, 39.6 e 18.0% dell’intero Fondo.
Il DG ha inoltre comunicato che l’erogazione dell’indennità per funzionari, così come riportata nella bozza, verrà riportata alla dicitura già indicata nel CCI 2017, accogliendo le richieste già presentate dalla FGU nell’incontro di luglio scorso.
La FGU-DR ha inoltre ricordato di aver già presentato una proposta di regolamento per l’assegnazione al personale tecnico/amministrativo dell’indennità di Sede Disagiata, e sollecita il DG all’elaborazione di quello finale per poter erogare tale indennità agli aventi diritto.

Varie ed eventuali.
La FGU-DR ha inoltre sollecitato il DG a trasmettere la nuova bozza del CCI 2019, in maniera da permettere l’indizione in tempi rapidi dei concorsi ex artt. 53 e 54 per le progressioni di carriera del personale tecnico ed amministrativo.
Inoltre, la FGU-DR ha ribadito con forza la richiesta di bandire concorsi interni ex art. 15 per Ricercatori e Tecnologi, informando che anche il CNR, il CREA e l’ISPRA stanno procedendo con la loro indizione. Si ricorda che tale richiesta è stata formalmente avanzata dalla FGU-DR anche nella lettera inviata il 6 novembre scorso ai membri del CdA della SZN, nella quale la FGU-DR ha chiesto che l’Ente inserisca nel nuovo Piano Triennale di Fabbisogno del personale una tornata di selezioni interne ex art. 15 (con decorrenza economica e giuridica 1° gennaio 2020) per un congruo numero di posti, da assegnare ai livelli I e II dei profili di Ricercatore e Tecnologo “con riferimento al numero degli appartenenti al livello inferiore”, così come previsto dal vigente CCNL.

La FGU-DR ha infine espresso soddisfazione per gli esiti dell’incontro, riservandosi una più accurata analisi dei CCI a valle delle modifiche che saranno trasmesse a breve.

La delegazione FGU – Dipartimento Ricerca

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti