Comunicati INFN News Ultime notizie 

Comunicato INFN 6 aprile 2020: Qualcosa si muove e qualcosa si è fermata …

Lo scorso 1 aprile si è tenuto, per via telematica, l’incontro di trattativa con la delegazione INFN, con il seguente ordine del giorno:

  1. Delibera costituzione fondo art. 90
  2. Ipotesi di Contratto integrativo incentivi RUP
  3. Disciplinare Incentivi RUP
  4. Ipotesi di Contratto Integrativo Benefici socio assistenziali
  5. Disciplinare Benefici Assistenziali
  6. Ipotesi di Contratto Integrativo anno 2017 personale IV – VIII
  7. Ipotesi di Contratto Integrativo anno 2017 personale I – III.

Un ulteriore incontro si è svolto il giorno 6 aprile su alcuni punti rimasti aperti.

L’incontro si è aperto con la relazione del capo delegazione INFN, dott. Campana, riguardo le misure adottate dall’Ente per affrontare l’emergenza associata alla diffusione del Covid-19. Fin da fine gennaio l’INFN si è attivato, richiamando i propri ricercatori dalla Cina e chiedendone l’isolamento volontario al rientro. Pur nella logica di mantenere attivo l’INFN, l’Ente ha come priorità la salute del personale. In tal senso attualmente circa il 95% del personale lavora da casa secondo diverse modalità (in smart working per i livelli IV-VIII o in attività fuori sede per i livelli I-III o utilizzando le ferie anteriori al 2019). Il restante 5% del personale è impegnato nelle sedi per mantenere i servizi essenziali individuati dai direttori. FGU-ANPRI esprime apprezzamento per la tempestività e l’adeguato operato dell’ente in questa complessa e difficile circostanza.

Spiacevole sorpresa per il contratto integrativo anno 2017 personale Ricercatore e Tecnologo

L’ipotesi di contratto sottoscritta a gennaio scorso è stata respinta a seguito del rilievo dei revisori dei conti riguardo la modalità di distribuzione dell’indennità prevista. La nuova ipotesi di contratto integrativo che è stata sottoposta dall’Ente per la discussione, in maniera inusuale, stravolge completamente nel merito l’ipotesi concordata, introducendo nell’art. 7 il riconoscimento di tale indennità a tutto il personale ricercatore e tecnologo a seguito di una specifica valutazione individuale su base annuale. Ciò è in palese contrasto con il CCNL che non prevede la valutazione per il singolo Ricercatore o Tecnologo. FGU-ANPRI si oppone fermamente a questa nuova ipotesi. Proponiamo in alternativa una riformulazione basata sull’accertamento della regolarità dell’attività svolta dal singolo Ricercatore o Tecnologo, come previsto dal contratto nazionale per gli avanzamenti all’interno del livello. Nel secondo incontro del 6 aprile la discussione su questo punto ha mostrato incoraggianti passi avanti da entrambe le parti.

Sottoscritto il contratto integrativo anno 2017 per il personale tecnico amministrativo che prevede l’avvio delle procedure per gli art. 53 e 54

Dopo molte difficoltà finalmente è stato costituito il fondo di 1273 KEuro art. 90 del CCNL 2016-2018 per le progressioni di livello del personale IV-VIII. Tale fondo consentirà di realizzare il passaggio di sostanzialmente tutti coloro che hanno i requisiti tra il personale tecnico ed amministrativo. E’ un forte passo in avanti che verosimilmente dovrebbe portare alla emissione dei bandi di concorso per il prossimo mese di settembre. L’ipotesi di accordo per il Contratto Integrativo anno 2017 per il personale tecnico amministrativo è stato sottoscritto.

Sottoscritto l’atteso disciplinare per i RUP

Dopo ampie discussioni si è giunti ad un accordo sul disciplinare e sugli incentivi dei RUP. Abbiamo ribadita la necessità di assicurare e monitorare la rotazione dei RUP che è stata recepita dall’Ente. Inoltre è stato concordato che l’eventuale avanzo dei fondi vada ad incrementare il salario accessorio destinato ai livelli I-III e IV-VIII.

Ancora da definire l’accordo sui benefici assistenziali

Sul disciplinare benefici assistenziali rimane ancora da lavorare! In particolare è stato richiesto all’Ente di esplorare/quantificare la parziale copertura assicurativa dei familiari non inclusi in polizza sanitaria per i dipendenti a più basso reddito.

Telelavoro e Lavoro agile

Visto il prorogarsi delle disposizioni di contenimento sociale abbiamo sollecitato l’Ente a potenziare tutti gli strumenti atti a garantire ed ampliare tali modalità di lavoro. In particolare è stato richiesto che non venga applicata la circolare che limita le ore in lavoro agile a 36 ore/settimana per le persone la cui attività è ritenuta essenziale in questo periodo di crisi. Abbiamo di nuovo invitato l’Ente a rivedere la sua posizione riguardo il lavoro straordinario per i dipendenti in lavoro agile.

Contratti in scadenza

Al CD di marzo tutti i contratti che potevano essere approvati lo sono stati.


La delegazione INFN di

FGU-Dipartimento Ricerca-ANPRI



    https://anpri.fgu-ricerca.it/wp-content/uploads/2020/04/comunicato-FGU-ANPRI-Trattative-INFN-del-06-04-2020-finale.pdf  

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti