Comunicati ISPRA News Ultime notizie 

Comunicato ISPRA 5/8/2020: Bandi di progressione interna (art.15): il rinvio infinito del confronto

In data 03 agosto siamo stati convocati per una informativa con il seguente ordine del giorno:

– bando e progressioni di livello articolo 15

– valutazione della performance

– smart working

– stato del programma di assunzioni in Istituto

Constatiamo fin dal primo momento che l’ordine del giorno non è stato rispettato con il direttore del personale, dott. La Commare, che ha iniziato a parlare dello smartworking spiegando le ultime comunicazioni e le nuove date di modifica dell’attuale situazione. E’ stato ribadito che in ISPRA le modifiche dell’art. 263 del DL rilancio, emendato nella legge di conversione, porterà la fine dello SW straordinario in data 23 agosto p.v.

Bando e progressioni di livello articolo 15: con generale disappunto apprendiamo, che al contrario di quanto concordato nell’ultimo incontro, per l’Amministrazione il confronto sul bando e sulla scheda di valutazione per le progressioni ex art.15 sarebbe concluso. Nell’ultimo incontro sindacale con l’Amministrazione però si era concordato che avremmo discusso in modo approfondito della scheda titoli e del bando e ci era stato chiesto di inviare le nostre osservazioni che una volta recepite sarebbero state oggetto di confronto. Nell’incontro del 03 agosto invece il capo delegazione della delegazione ISPRA al tavolo sindacale (Dott. La Commare) dichiarava: “riguardo al bando abbiamo discusso in modo approfondito e non c’è poi molto altro da aggiungere”.

Noi riteniamo che ci sia molto da aggiungere; ed in questa ottica, così come le altre sigle sindacali avevamo, con spirito costruttivo e di collaborazione, inviato un documento con le nostre considerazioni, che prevedevamo di discutere; in tale documento si commentavano i contenuti di una bozza che ci era stata sottoposta che, contenendo vari errori ed inesattezze, non poteva che essere considerata un semplice work in progress. L’ottica era quella di contribuire a produrre un documento chiaro e trasparente che non dia adito a successivi contenziosi.

Ad oggi, invece, constatiamo non si è mai avuto un reale confronto sul bando. Negli ultimi due appuntamenti  con l’Amministrazione dove si è tentato di iniziare un percorso condiviso circa il bando da predisporre per le selezioni art. 15, siamo stati messi di fronte a documenti su cui l’Amministrazione stava lavorando e da lei stessa definiti come un “canovaccio”. Su questi abbiamo comunque ogni volta, rielaborato le nostre considerazioni cercando di contribuire ad individuare un percorso in cui il personale sia realmente valutato senza opinioni soggettive e senza titoli non pertinenti per la carriera dei Ricercatori e Tecnologi.

Pur tenendo in considerazione, come più volte ripetuto dal Direttore del Personale, che questa non è materia di contrattazione ma di informativa abbiamo ricordato che le nostre osservazioni sono a favore sia dei dipendenti sia dell’Amministrazione, allo scopo di evitare lunghi contenziosi che, dopo un periodo lunghissimo in cui non ci sono state selezioni, ne vanificherebbero almeno in parte l’obiettivo della valorizzazione del personale.

Il Direttore Generale Dott. Bratti in risposta alle diverse contestazioni sollevate dalle Organizzazioni Sindacali, ha comunicato che in questi giorni ha inoltrato il bando e le schede di valutazioni ai dirigenti per un loro riscontro. Ha poi aggiunto che avrebbe organizzato un incontro specifico nei primi giorni di settembre per un ulteriore confronto. Ha inoltre comunicato che è necessario procedere con una certa velocità all’emissione del bando in considerazione del fatto che vi sono segnali da varie fonti di azioni che potrebbero bloccare questo percorso di valutazione interna del personale.

Visto che è la terza volta che rimandiamo questo confronto puntuale sul bando per le selezioni art. 15 e sulle schede di valutazione, speriamo che a settembre non ci si debba confrontare di nuovo con un comportamento da parte dell’Amministrazione che disattende nuovamente gli impegni presi con le Organizzazioni Sindacali ma soprattutto del personale ISPRA tutto che da queste è rappresentato.

L’informativa ha poi trattato superficialmente i temi restanti dell’ordine del giorno essendo il tempo rimanente alla conclusione prevista dell’incontro largamente insufficiente.

La Segreteria FGU ANPRI-ISPRA

FGU (Federazione Gilda UNAMS) – Dipartimento Ricerca – Sezione ANPRI

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti