LA CASSAZIONE SEZIONI UNITE INTERPRETA I PASSAGGI EX ART.15 DEL CCNL

Come già indicato nella Newsletter n.3/2018, la sentenza n. 8985/18 del 13/03/2018 della Corte di Cassazione a Sezioni unite ha interpretato i passaggi di livello di cui all’art. 15 del CCNL 2002-2005, tuttora vigente, come passaggi orizzontali nell’ambito del profilo di R&T, che non ricadono quindi nella normativa che richiede il concorso pubblico aperto all’esterno. La nuova interpretazione riapre la possibilità di utilizzare l’art. 15 per la progressione di carriera di R&T praticamente bloccata nei lunghi anni di taglio delle risorse alla ricerca che ha penalizzato gli Enti. Il concorso riservato agli interni consente infatti di mettere a bilancio un importo considerevolmente inferiore a quello necessario per i concorsi aperti all’esterno. Questa possibilità diventa particolarmente importante in alcuni enti dove le posizioni di primo ricercatore e di dirigente di ricerca sono sempre meno a fronte di una massa di ricercatori al terzo livello che è sperabilmente destinata ad aumentare a seguito delle stabilizzazioni del precariato.

FGU Dipartimento Ricerca ha immediatamente chiesto a tutti gli Enti di aprire tavoli tecnici riguardo le procedure che gli enti intendono definire ed avviare rapidamente per le progressioni di livello del personale Ricercatore e Tecnologo ex art. 15-CCNL 2002-2005.

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti