Comunicati CNR News Ultime notizie 

Lettera 16 novembre 2020. Non approvare il nuovo Regolamento di Amministrazione, Contabilità e Finanza

Roma, 16 novembre 2020

Al Prof. Massimo Inguscio

Presidente CNR

Ai Consiglieri di Amministrazione del CNR

e p.c. al dott. Giambattista Brignone

Direttore Generale

Ai Ricercatori e Tecnologi del CNR

Oggetto: Non approvare il nuovo Regolamento di Amministrazione, Contabilità e Finanza

Egregio Presidente,

Egregi Consiglieri di Amministrazione,

già con la lettera del 29 giugno scorso la scrivente O.S. aveva chiesto un incontro urgente per discutere e ricevere delucidazioni in merito alla bozza del nuovo Regolamento di Amministrazione, Contabilità e Finanza (RACF) ricevuta con l’Informativa Sindacale del 26 giugno, evidenziando che l’insufficiente finanziamento ordinario che l’Ente, da alcuni decenni, riceve dal MUR sotto forma dei FOE non può in alcun modo essere compensato da diffusi e indiscriminati prelievi sui residui dei finanziamenti delle attività di ricerca che il nuovo RACF sembra prefigurare “al fine di garantire la complessiva salvaguardia degli equilibri di bilancio dell’Ente“.

Nonostante siano passati diversi mesi da quella Informativa sindacale, non solo l’incontro richiesto non si è svolto ma, cosa ancor più grave, la bozza di RACF non sembra essere stata in alcun modo modificata nei suoi aspetti più critici, continuando in particolare ad equiparare i fondi residui sui progetti di ricerca finanziati da terzi ai residui del FOE, consentendone così il prelievo centralizzato.

Eppure tali prelievi, come già ripetutamente sottolineato dalla scrivente O.S. e, anche recentemente, dai Direttori e Consigli di Istituto e dai rappresentanti eletti nei Consigli Scientifici di Dipartimento, pregiudicherebbero in maniera gravissima le attività di ricerca dell’Ente dato che i residui dei finanziamenti di progetti di ricerca, ottenuti attraverso bandi competitivi o contratti industriali, rappresentano l’unica fonte economica a disposizione dei R&T per svolgere molte delle loro attività di ricerca. Privata di tali residui, una gran parte delle attività di ricerca dell’Ente si fermerà.

La scrivente O.S. reitera quindi la sua richiesta di non approvare un RACF che, nella versione corrente, pregiudicherebbe in maniera gravissima la missione scientifica dell’Ente e di impegnarsi concretamente presso il Ministero affinché la quota FOE spettante al CNR sia tale da garantire non solo gli auspicati “equilibri di bilancio”, ma anche un seppur minimo finanziamento delle attività di ricerca ritenute dall’Ente di priorità per il Paese.

Distinti saluti,

Gianpaolo Pulcini
Responsabile Nazionale FGU-DR-ANPRI CNR

https://anpri.fgu-ricerca.it/wp-content/uploads/2020/11/Lettera-16-novembre-Non-approvare-il-nuovo-Regolamento-di-Amministrazione-Contabilita-e-Finanza.pdf

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti