Logo CREAComunicati CREA News Ultime notizie 

Resoconto della riunione del 27 Aprile 2020 con Commissario Straordinario e Direttore Generale f.f. del CREA

La riunione con Commissario Straordinarioe Direttore Generale f.f è stata convocata in data odierna in modalità telematica e in presenza di tutte le OO.SS rappresentative, per illustrare la situazione relativa alla FASE 2 dell’emergenza COVID-19.

Premessa

Prima della riunione l’amministrazione centrale ha provveduto ad inviare alle OO.SS la documentazione in bozza relativa alla FASE 2, che è stata quindi discussa in sede di riunione. Contestualmente è stata inviata a tutto il Personale la nota n.00029856 che sospende a data da destinarsi le procedure di assegnazione del lavoro agile ordinario, essendo in vigore il lavoro agile straordinario causa emergenza COVID-19.

In sede di riunione, il Direttore Generale f.f., Antonio Di Monte, ha illustrato come è stato disposto il documento relativo alle misure da adottare per la ripresa delle attività, pensato sulla sede di Roma e redatto in collaborazione con RSPP e medico competente del lavoro. Il testo sarà da estendere in via generale ai diversi Centri e da adattare alle specificità dei Centri e territori. FGU auspica che ciascun Centro si doti di una medesima struttura decisionale che veda coinvolti fra gli altri RSPP e medico competente.

Soluzioni operative

Il Direttore ha comunicato che verrà procrastinata la modalità di lavoro agile straordinario fino al 3 Giugno 2020 a discrezione del dipendente che ne fa richiesta, per cui nulla di fatto cambia rispetto al mese in corso. Contestualmente, l’Ente provvederà all’adeguamento delle Strutture per garantire la sicurezza del personale nei luoghi di lavoro mediante dotazioni DPI, procedure di sanificazioni, modalità di accesso previa autodichiarazione in sostituzione di una verifica all’ingresso della temperatura corporea, varie ed eventuali da definire. In merito alla predisposizione di termoscanner stazionari, il Direttore ha precisato che quelli classici hanno un senso solo laddove vi sono tornelli (e quindi le sole sedi di AN, PB e AC) nonché molto onerosi. Si può valutare l’acquisto di termoscanner portatili, che tuttavia richiedono un addetto alla procedura sito in loco.

Come FGU-Dipartimento Ricerca abbiamo sottolineato la necessità che le misure siano recepite in modo omogeneo da tutti i Direttori di Centro, affinchè non si creino disparità nei confronti del personale posto in lavoro agile e sia tutelato il personale in sede e nelle aziende sperimentali.

Strumenti informatici

FGU ha richiesto un impegno dell’amministrazione nella dotazione di strumenti informatici al personale in smart working, fornendo PC portatili a quei dipendenti che ne sono sprovvisti. Il Direttore ha illustrato che si sta facendo uno sforzo in tal senso, anche in relazione alle difficoltà passate connesse all’acquisto di strumenti informatici, adesso superate (non era stata fatto un piano dei fabbisogni informatici). Purtroppo, essendo la spesa ingente, è soggetta al meccanismo standard delle gare di appalto e verifiche. 

L’ente sta valutando di procedere mediante sistema dinamico di acquisizione, per velocizzare le tempistiche di spesa. Tuttavia, trattandosi di una procedura nuova, non è in grado di dare garanzie sui tempi. Il Direttore ha quindi evidenziato la massima disponibilità dell’amministrazione nel consentire ai dipendenti il comodato d’uso gratuito della dotazione informatica presente in ufficio, come già avviene in alcuni centri.

Sicurezza del personale

In termini di spesa per acquisti di DPI e messa in sicurezza del personale sui luoghi di lavoro, è stato spiegato dal Direttore Generale che l’Ente ha prelevato 170.000 eur dal Fondo Riserva e lo ha distribuito dividendo per tutto il personale strutturato (1860 persone al 31/12/2019 per un costo complessivo di 90 eur/dipendente) ed ivi suddiviso ai Centri che lo utilizzeranno come ritenuto più opportuno nel fronteggiare l’emergenza. E’ stato evidenziato che si tratta di una prima fase di stanziamento a cui potrebbero seguirne altre. Sul fronte mascherine è stata evidenziata la difficoltà attuale all’approvvigionamento da parte dell’Ente.

Buoni pasto

FGU ha inoltre chiesto informativa sui buoni pasto per il personale posto in lavoro-agile. Il Direttore Generale ha spiegato che non è prevista la loro erogazione in caso straordinario così come non è prevista per chi usufruisce della modalità ordinaria di lavoro agile.

Come FGU, riteniamo che questa posizione non sia condivisibile, per il semplice motivo che al lavoro agile straordinario non si applicano le stesse regole del lavoro agile ordinario (se no, non si chiamerebbe straordinario). D’altronde in altri enti di ricerca già oggi si stanno erogando i buoni pasto. Riteniamo, come illustrato in un precedente comunicato, che l’erogazione del buono pasto possa essere anche destinata, in tutto o in parte, ad un “fondo di solidarietà” a favore della Protezione Civile.

Selezioni di personale

FGU ha rilevato la necessità di procedere con le selezioni concorsuali con modalità telematica e la possibilità di estendere questo approccio anche in una fase post emergenziale. Il Direttore ha spiegato che per le procedure i cui bandi non prevedevano la modalità telematica, queste sono di fatto bloccate, in attesa che si possano avere modalità offline. Per le nuove procedure, se i bandi hanno previsto lo svolgimento in via telematica, le si potrà adottare, con le opportune verifiche in materia di riservatezza dei dati e di rispetto della privacy. L’amministrazione sta valutando come procedere e verranno date ulteriori specifiche.

Formazione su emergenza COVID-19

Sono previsti, in modalità ancora da definire, un corso per tutto il personale su diritti e doveri del personale CREA nel fronteggiare l’emergenza COVID 19, ed un corso specifico di formazione per il personale coinvolto nella Sicurezza dei Lavoratori (RLS).

FGU Dipartimento Ricerca sezione ANPRI presso il CREA

Roma, 27 Aprile 2020.

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti