Comunicati FGU RICERCA ANPRI News Ultime notizie 

COMUNICATO 6 maggio 2020 – Il ministro Manfredi convoca le organizzazioni sindacali

COMUNICATO 6 maggio 2020

Il ministro Manfredi convoca le organizzazioni sindacali per un confronto su “misure e iniziative che interesseranno Università, AFAM ed Enti di Ricerca nella fase post-lockdown e fase 2

            Ieri si è svolto  per via telematica un incontro convocato dal ministro Gaetano Manfredi con le sei organizzazioni sindacali rappresentative nel comparto (ANIEF, FGU, FIR-CISL, FLC-CGIL, SNALS, UIL-RUA) dopo un lungo ritardo, a causa della situazione emergenziale legata al COVID-19, dal precedente svoltosi il 19 febbraio u.s. ( 1 ). Tutte le tre aree di competenza del Ministero, AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale), Enti Pubblici di Ricerca ed Università erano rappresentate dai responsabili dei tre Dipartimenti di FGU (Federazione Gilda Unams) e come Dipartimento Ricerca abbiamo sinteticamente rappresentato le nostre posizioni già espresse nel nostro comunicato del 27 aprile ( 2 ).  In particolare abbiamo sottolineato come in questo delicato momento della graduale riapertura dopo oltre cinquanta giorni di lockdown siano indispensabili azioni ed indicazioni univoche e chiare da parte di tutti gli enti di ricerca, intendendo ovviamente anche quelli non vigilati dal MUR di cui è responsabile il ministro Manfredi stesso, ora che ci avviamo ad una fase di riattivazione delle attività che è dal punto di vista organizzativo inevitabilmente molto più complessa da gestire della precedente.

            La priorità della tutela della salute deve guidare le modalità di rientro al lavoro che quindi potrà riguardare solo una parte dei lavoratori in funzione delle caratteristiche delle varie sedi.  Abbiamo sottolineato che a nostro avviso gli Enti non stanno affrontando in maniera uniforme ed adeguata gli adempimenti necessari, quali la definizione dei protocolli di aggiornamento della sicurezza, l’approvvigionamento dei DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) e tutte le misure organizzative necessarie al distanziamento sociale che in alcuni Enti sono pronti ed in altri addirittura ancora da avviare. In alcuni Enti la posizione della Dirigenza sembra essere quella di voler addirittura evitare nei fatti qualunque riapertura delle sedi fino alla fine dello stato di emergenza, e questo è a nostro avviso anche correlato allo stato di prorogatio delle cariche di vertice di alcuni Enti. Abbiamo sottolineato che il Ministro dovrebbe svolgere in questa ottica una azione di stimolo e vigilanza nei confronti della ConPER (Conferenza dei Presidenti degli Enti di Ricerca) con l’obiettivo di una più uniforme e spedita azione degli Enti stessi tesa a far riaprire quanto prima le sedi di lavoro, nel rispetto ovviamente delle misure di sicurezza e prevenzione.

            Il ministro Manfredi, dopo aver sottolineato la evidente complessità del momento in cui ci troviamo legato alla pandemia – che in particolare ha colto l’organizzazione del Ministero poche settimane dopo la sua istituzione avvenuta il 10 gennaio scorso – si è rammaricato della lunga interruzione nel dialogo con le OO.SS. ed ha affermato che con questo incontro, oltre alla discussione sulla fase post-lockdown, vuole riavviare la discussione avviata lo scorso febbraio sulle problematiche del settore (reclutamento, preruolo, precariato, contrattazione, ordinamento, etc.). Il Ministro ha poi sottolineato che per la riapertura degli Enti sia necessario avere molta prudenza e che la pandemia in corso ha avuto ed avrà un fortissimo impatto sulla società. Ha però anche evidenziato come una crisi di queste dimensioni può anche presentare delle opportunità positive che potrebbero concretizzarsi in una tanto attesa fase di nuovi investimenti nel settore. A questo proposito, ha citato il decreto in corso di definizione da parte del governo sui cui contenuti era in svolgimento proprio in contemporanea al nostro un incontro tra il Presidente del Consiglio e le parti sociali. 

            A conclusione il Ministro, riprendendo un proposito già esplicitato nell’incontro di febbraio ha annunciato che in tempi brevissimi si avvieranno i tre tavoli tematici (AFAM, Ricerca, Università) richiesti a suo tempo dalle OO.SS. per entrare nel merito delle problematiche dei singoli settori.

                                                           FGU – Dipartimento Ricerca

Post correlati

Lascia un commento

Vai alla barra degli strumenti